GT6 Auto “Vision Gran Turismo”

GT6 Auto “Vision Gran Turismo”

Tutti i progetti disponibili.

Il 20/08/2013 Polyphony Digital Inc aveva annunciato una collaborazione speciale con case automobilistiche, designer e altri marchi di primo piano. I progettisti di Alfa Romeo, Alpine, Aston Martin, Audi, BMW, Bertone, GM Design, Honda, Infiniti, Italdesign Giugiaro, JORDAN Brand, Mercedes-Benz, Nike, Nissan, Peugeot, SRT(Chrysler), Volkswagen e Zagato creeranno esclusive concept car secondo la propria visione del futuro del settore automobilistico. Questi progetti diventeranno delle auto utilizzabili nel nuovo Gran Turismo®6, in uscita il 6 dicembre 2013. L’iniziativa, denominata Vision Gran Turismo, celebra una serie che, in 15 anni, ha venduto oltre 70 milioni di copie.

La prima Vision Gran Turismo ad essere annunciata è stata una Mercedes-Benz

Il 20 novembre 2013 la vettura inaugurale del progetto Vision Gran Turismo, la Mercedes-Benz AMG Vision Gran Turismo, è stata presentata presso il centro ricerca e sviluppo Mercedes-Benz di San Jose, in California. Kazunori Yamauchi, produttore di Gran Turismo, ha preso parte all’evento per condividere questo successo con il personale di Mercedes-Benz coinvolto nella progettazione dell’auto. Ora la AMG sarà trasferita a Los Angeles, dove sarà esposta allo stand Mercedes-Benz nella prima giornata del LA Auto Show.

 

Le caratteristiche principali della carrozzeria sono le splendide curve e i parafanghi in evidenza, due elementi che rispettano la tradizione delle proporzioni perfette delle sportive Mercedes-Benz. La vettura rende omaggio alle classiche auto da competizione, con elementi che includono l’uso di ganci per fissare cofano e portellone posteriore. È inoltre presente un’ala posteriore mobile. Il telaio è reticolare in alluminio, cosa che permette di limitare il peso a soli 1.385 kg, un valore decisamente inferiore a quello delle sportive equiparabili.

Sotto il cofano allungato della AMG si trova un V8 biturbo elaborato da 5,5 litri, in grado di erogare 585 CV con una coppia pari a 800 Nm a 2000-4500 giri/min. Grazie alla carrozzeria molto leggera, la AMG dispone di un rapporto peso/potenza pari a 2,37 kg/CV. Gli ingegneri audio di AMG hanno realizzato un’elegante nota di scarico per gli otto tubi di scarico indipendenti integrati nelle luci posteriori. I piloti rivali potranno sentire questo rombo inconfondibile ogni volta che l’AMG li supererà.

Mercedes-Benz AMG Vision Gran Turismo Racing Series

La differenza che salta subito all’occhio, rispetto alla versione originale, è l’alettone posteriore fisso. Nonostante la maggior resistenza aerodinamica generata, si è scelto di installarlo per ottenere una maggiore deportanza sui tracciati più veloci. Gli specchietti retrovisori sono tornati convenzionali, rinunciando alle telecamere CCD, mentre le luci di arresto posteriori sono decorate con il logo “Gran Turismo”, per aggiungere un pizzico di sapore corsaiolo.

La potenza del motore V8 AMG 5,5 litri Biturbo è stata portata a 600 CV, mentre la trasmissione a 7 rapporti con doppia frizione è stata ottimizzata per le prestazioni, piuttosto che per il comfort di guida: ora viene utilizzata una trasmissione sequenziale con configurazione da gara. Anche se la versione originale era già molto leggera, con i suoi 1.385 kg, sono stati rimossi tutti i sistemi ausiliari e di comfort, per far calare ulteriormente il peso fino a 1.300 kg. Riducendo ulteriormente l’altezza dal suolo si è infine abbassato il centro di gravità, migliorando le prestazioni nella guida su circuito.

BMW Vision Gran Turismo

 

Proseguendo sulla scia delle touring car BMW degli anni 70, il team di sviluppo BMW ha creato una moderna vettura stradale da competizione, senza alcun compromesso.

Proporzioni perfette e sagoma dinamica rendono la BMW Vision Gran Turismo l’essenza della velocità, anche da ferma. Gli alettoni anteriore e posteriore forniscono una deportanza ottimale, mentre gli elementi di controllo del flusso dell’aria riducono la resistenza all’avanzamento e il peso, grazie alla realizzazione in fibra di carbonio.

La finitura con i colori BMW M segue il flusso aerodinamico, richiamando i successi sportivi di BMW Motorsports.

La tecnologia utilizzata dalla BMW Vision Gran Turismo è all’altezza del suo straordinario design. Un potente motore 3 litri da sei cilindri in linea, con tecnologia M TwinPower Turbo, eroga una potenza massima di 404 kW/541 CV fra 6.200 e 7.300 giri/minuto. La coppia massima, pari a 680 Nm/69 kgfm , è disponibile ad appena 1.900 giri/minuto. Un cambio sequenziale a sei rapporti, azionato tramite leve al volante, trasmette la potenza all’asse motore posteriore.

Le straordinarie prestazioni della BMW Vision Gran Turismo, del peso di appena 1.180 kg, mettono in luce anche una distribuzione 50:50 del carico sugli assi.

Volkswagen GTI Roadster Vision Gran Turismo

 

Ispirandosi al DNA vincente GTI, Volkswagen Design ha sviluppato una supercar dalla forte personalità: la “GTI Roadster Vision Gran Turismo”.

Il progetto attinge a piene mani dalla storia di successo GTI: elementi caratteristici dello stile di varie generazioni GTI sottolineano la straordinaria evoluzione di questo veicolo. La Roadster, con il suo progetto visionario, promette un’esperienza di guida fin dai primi istanti. La sua straordinaria accelerazione si può sperimentare in prima persona, grazie al parabrezza ribassato.

Spinta da un propulsore VR6 TSI 3.0 biturbo, la “GTI Roadster Vision Gran Turismo” eroga 503 CV con una coppia straordinaria, pari a 665 Nm (67,8 kgfm). Il cambio a 7 marce con doppia frizione e programmazione sportiva garantisce un’accelerazione sbalorditiva e cambi fulminei in pista.

Gli spoiler anteriore e posteriore sono aerodinamicamente ottimizzati e, insieme al diffusore posteriore, consentono di generare la deportanza necessaria per garantire un’ottima tenuta di strada. Le grandi ruote da 20 pollici e 235/35 (fronte) e 275/30 (retro) consentono di scaricare in tutta sicurezza a terra l’enorme coppia, distribuendola sulle 4 ruote motrici. Questa supercar dispone di freni in ceramica ventilati, dal diametro di 380 mm sull’anteriore e di 356 mm sul posteriore.
La “GTI Roadster Vision Gran Turismo” viene presentata in un brillante e intenso rosso metallico, una moderna interpretazione del classico rosso GTI.

Il risultato è una sportiva estrema, affascinante ed eccezionalmente dinamica, con un design altamente sofisticato. Guidandola in pista i giocatori potranno realmente capire cosa si prova nel mondo GTI.

Mitsubishi Concept XR-PHEV EVOLUTION Vision Gran Turismo

 

Mitsubishi Motors, azienda costruttrice dal ricco palmares sportivo grazie ai successi nel Dakar Rally e nel campionato mondiale di rally (WRC), ha sviluppato uno speciale modello concept per Vision Gran Turismo: la “Mitsubishi Concept XR-PHEV EVOLUTION Vision Gran Turismo”.

Nello sviluppo di questo speciale modello concept, Mitsubishi Motors ha coinvolto il team di progettazione, l’Advanced Vehicle Research and Development Group e l’Aerodynamic Engineering Development Group, rispettando fedelmente il processo previsto per la creazione di una vera vettura sportiva.

Lo stile dell’auto segue gli elementi di base della “MITSUBISHI Concept XR-PHEV” presentata al Tokyo Motor Show 2013, arricchendoli con le conoscenze guadagnate in anni di competizioni per perfezionare ogni dettaglio. Il risultato finale è l’evoluzione di quel concept, ora un’auto da competizione a tutti gli effetti.

Il concept progettuale “Athlete Form” (forma atletica) è stato sviluppato ulteriormente, enfatizzando in modo aggressivo le caratteristiche di guida. La famosa griglia frontale rappresenta uno studio per i SUV Mitsubishi di prossima generazione, mentre la sagoma che va a formare un cuneo, partendo dal simbolo del triplice diamante, richiama alla mente un atleta pronto a scattare dai blocchi di partenza, facendo intuire il grande potenziale della vettura.

Utilizzando diverse tecnologie particolarmente avanzate, quali il sistema Plug-in Hybrid EV, la potenza del motore e la sua straordinaria coppia vengono trasmessi alle 4 ruote tramite una trasmissione a 8 rapporti e doppia frizione (DCT). Le straordinarie prestazioni di guida sono controllate con la massima precisione dal sistema S-AWC del veicolo, che distribuisce in modo ottimale la potenza motrice sulle 4 ruote, garantendo una maneggevolezza che consente al guidatore di portare l’auto esattamente come desidera.

Inoltre, la carrozzeria, in plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP), riduce il peso e contribuisce all’agilità della vettura, mentre la deportanza generata dall’aerodinamica parte frontale e dai diffusori posteriori garantisce ottime prestazioni in curva. Le ruote maggiorate in alluminio da 20 pollici rendono molto efficaci le sospensioni, mentre l’aspetto dei parafanghi anteriori e posteriori trasmette l’idea di potenza, di muscoli tesi pronti allo scatto.

NISSAN CONCEPT 2020 Vision Gran Turismo

 

Il 16 giugno, Nissan Motor Corporation e Gran Turismo hanno annunciato la nuova “NISSAN CONCEPT 2020 Vision Gran Turismo”.

Nei suoi 80 anni di storia, Nissan ha sempre esplorato nuove possibilità nel campo della guida sportiva. È riuscita a crearsi un’immagine davvero unica, specialmente nell’ambito delle vetture GT, grazie a un livello di prestazioni eguagliato solo dal comfort e dalla qualità di guida. Ora è pronta a presentare la propria visione del futuro, la concept GT di nuova generazione: la “NISSAN CONCEPT 2020 Vision Gran Turismo”.

Grazie al passaggio al digitale della fase di sviluppo, negli ultimi anni i processi del design e della progettazione sono radicalmente cambiati. I progettisti hanno ora accesso ad ambienti che gli permettono di esprimere e condividere le loro idee in modo rapido e dispongono di nuove possibilità per concretizzare la loro immaginazione: in questo particolare caso ciò avviene nell’ambiente virtuale di Gran Turismo. Così lo studio di design creato virtualmente dai giovani progettisti inglesi ha saputo accendere la passione degli ingegneri giapponesi, che si sono lanciati in una serie di valutazioni e simulazioni tecniche, fino a far nascere la vettura 3D destinata al progetto Vision Gran Turismo.

Lo stile proposto dai designer di Nissan Design Europe, con sede a Londra, prende lo spunto dalla lunga tradizione britannica nel campo delle Gran Turismo, creando un sagoma inconfondibile arricchita da dettagli che ne sottolineano la forza, mentre alla base di tutto c’è la conoscenza tecnologica Nissan. Così sono nate caratteristiche come i parafanghi situati sull’anteriore e sul posteriore, simili quasi ad alettoni, a incorniciare il telaio che circonda l’abitacolo 2+2.

I parafanghi anteriori, dall’aspetto organico, circondano le ruote insieme a quelli posteriori, come ad andare a toccarsi, mentre l’aria che scorre sul corpo della vettura viene incanalata con precisione estrema. Il flusso che entra nel bocchettone anteriore passa sul lato interno delle ruote e ne fuoriesce accelerato, grazie allo scarico posto sotto lo sbocco del parafango anteriore. Questo consente al corpo vettura di penetrare l’aria ad alta velocità con il minimo sforzo. Subito dietro un flusso viene creato anche nel parafango posteriore, permettendo all’aria di allontanarsi e riducendo al minimo le turbolenze dietro la vettura. Considerando solamente il flusso d’aria, questa vettura sembra quasi un bolide di Le Mans, nonostante la sua forma più squadrata.

L’alettone posteriore attivo si alza e si abbassa a seconda della velocità. A 300 km/h arriva a generare oltre 400 kg di deportanza, direttamente sopra il blocco del differenziale. Sotto il fondo dell’auto, lo sbalzo frontale che guida l’aria verso lo sbocco del parafango anteriore, unito al grande diffusore posteriore, crea un potente effetto suolo, generando una deportanza di livello pari a quella delle auto da corsa. Molte altre idee come questa consentono di fornire altri vantaggi alla guida, rendendola più sicura e veloce.

L’apparato propulsore utilizza un sistema ibrido AP-4WD ad alte prestazioni, con un V6 biturbo combinato con 3 motori. I motori a resa elevata, situati anteriormente e posteriormente, generano un’accelerazione istantanea e bruciante non appena il guidatore preme il pedale, accelerazione che viene poi mantenuta dal propulsore. La gestione della coppia dei singoli motori anteriori, a sinistra e a destra, e il sistema di sospensioni attive che ottimizzano in ogni condizione la resa aerodinamica, permettono di affrontare in sicurezza le curve anche a velocità molto elevata. Il risultato finale è un’auto capace di offrire grandi prestazioni al proprio pilota a qualsiasi velocità.

La NISSAN CONCEPT 2020 Vision Gran Turismo è una combinazione di intuito dei progettisti e attente valutazioni tecniche. Una visione, una possibilità, una proposta Nissan per il futuro.

Aston Martin DP-100 Vision Gran Turismo

 

La Aston Martin Design Prototype 100 entra a far parte della scuderia dei bolidi di Vision Gran Turismo. È stata sviluppata internamente dal gruppo di progettazione della casa, guidato da Marek Reichman, direttore del design.

La Design Prototype 100, nota anche come DP-100, è stata creata da progettisti esperti, che hanno lavorato per sei mesi sul progetto, presso la sede centrale della Aston Martin a Gaydon, nel Warwickshire.

La DP-100 non è solo bellissima: rappresenta un capolavoro anche dal punto di vista ingegneristico. Il motore biturbo V12, in posizione centrale, sviluppa fino a 800 CV, rendendo possibili prestazioni straordinarie, perfettamente in linea con lo spirito del gioco.

Creata utilizzando molte delle tecniche adottate nella realizzazione delle Aston Martin di serie, fra le quali bozzetti a mano, modelli 3D e la creazione di una versione virtuale della vettura, la DP-100 offre un livello di dettaglio straordinario, con sospensioni perfettamente funzionanti ed elettronica allo stato dell’arte.

Come per la CC100 Speedster, la concept car creata nel 2013 per festeggiare il centenario di Aston Martin, alcune delle caratteristiche di progettazione della DP-100, come le luci posteriori, potrebbero essere trasferite sulle future sportive di produzione della famosa e lussuosa casa automobilistica britannica.

TOYOTA FT-1 Vision Gran Turismo

 

Toyota è l’ultima casa produttrice di primo piano, in ordine di tempo, ad aver creato una concept car Vision Gran Turismo per Gran Turismo®6. Il colosso giapponese, che può vantare la creazione di coupé sportive leggendarie, si è rivolto al proprio centro di progettazione US CALTY Design Research per dare vita alla FT-1 Vision Gran Turismo. Un’auto virtuale è stata presentata da Toyota mercoledì 13 agosto, durante il McCall’s Motorwork Revival, presso l’aeroporto di Monterey.

L’auto rappresenta una nuova evoluzione del concetto FT-1, originariamente sviluppato per Gran Turismo 6 su PlayStation®3, prima di fare bella mostra di sé al North American International Auto Show di gennaio. Mentre la FT-1 è stata creata pensando a una sportiva per gli appassionati di automobili, la nuova FT-1 Vision Gran Turismo è una pura macchina da corsa, realizzata per conquistare i giocatori di Gran Turismo di tutto il mondo.

I progettisti Toyota hanno studiato con attenzione tracciati e vetture da corsa, applicando quindi i risultati ottenuti al nuovo modello. La FT-1 Vision Gran Turismo mette in evidenza da subito il fatto di badare al sodo, con un’estetica puramente funzionale. Parafanghi più larghi consentono di montare gomme da gara, dalla grande tenuta. Le prese d’aria maggiorate migliorano il raffreddamento, mentre il grande alettone posteriore e le alette canard frontali aumentano la deportanza. Il diffusore posteriore è più ampio, con numerose pinne verticali, ed è stato arretrato per ottenere un flusso dell’aria più pulito.

La FT-1 Vision Gran Turismo ha un aspetto e un comportamento pari alle sue prestazioni. Grazie al leggendario realismo e all’attenzione per i dettagli di Gran Turismo, i piloti possono sfrecciare sui tracciati vivendo le stesse emozioni che proverebbero nella realtà.

“Abbiamo concepito il progetto Vision Gran Turismo per celebrare i 15 anni Gran Turismo e sono stato piacevolmente sorpreso dalla risposta ricevuta dalle case automobilistiche con cui collaboriamo”, ha ammesso Kazunori Yamauchi, creatore di Gran Turismo e presidente di Polyphony Digital Inc . “I produttori hanno affrontato la sfida in molti modi diversi e i risultati hanno prodotto molte nuove concept car, con innovazioni fantastiche. Toyota ha prodotto numerose sportive straordinarie, tutte presenti in Gran Turismo, ma questa nuova FT-1 Vision Gran Turismo è un’aggiunta sensazionale. Voglio ringraziare dal profondo del cuore Toyota e il team di CALTY”.

Yamauchi-san è un frequentatore abituale di Pebble Beach, dove assegna l’annuale Gran Turismo Trophy a una delle vetture partecipanti al Concours d’Elegance. L’auto vincitrice viene quindi ricreata all’interno del gioco, con un’apposita versione virtuale.

SUBARU VIZIV GT Vision Gran Turismo

 

Vision Gran Turismo è un progetto rivoluzionario, creato per gli appassionati di vetture di tutto il mondo. L’auto fornita da Subaru per questo programma, nell’ambito del quale le principali case automobilistiche sviluppano delle concept car nel mondo di gioco, è una sportiva senza compromessi battezzata “VIZIV”, per richiamare la frase Vision for Innovation. Il nome completo della vettura è “SUBARU VIZIV GT Vision Gran Turismo”.

La squadra di progettazione Subaru è partita dall’eredità della “SUBARU VIZIV 2 Concept” presentata al salone di Ginevra nel marzo 2014. Sono state quindi aggiunte sagome solide e dinamiche al modello: la sua linea di spalla parte dalla griglia esagonale frontale e raggiunge il retro della vettura, donandole un aspetto duro, quasi fosse stata scolpita direttamente nel metallo. Grazie ai parafanghi che estendono la sagoma in modo tridimensionale, l’auto nel suo insieme riflette la visione di Subaru, un mezzo sicuro e divertente da guidare. Il grande diffusore, lo spoiler integrato nel tetto e la sua sagoma slanciata sono garanzia di ottime prestazioni aerodinamiche, che le permetteranno sicuramente di distinguersi nel gioco.

Durante la progettazione della carrozzeria si è prestata particolare cura alla riduzione del peso, utilizzando ove possibile dei materiali in carbonio. Questo ha permesso di limitare il peso del veicolo a soli 1.380 kg, nonostante la presenza di motori e batterie dal peso notevole. A spingere questo bolide c’è il leggendario motore 2 litri a cilindri orizzontali contrapposti Subaru, messo a punto grazie ad anni di esperienza nelle competizioni. Il propulsore, turbocompresso con iniezione diretta, è stato potenziato grazie a dei nuovi diametri del limitatore ed è combinato con un motore anteriore e due posteriori, a elevata potenza: questo permette di arrivare a un’erogazione che supera i 600 CV e a una coppia massima pari a 800 Nm. Grazie al controllo indipendente della potenza di ognuno dei motori, le prestazioni in curva sono ottimali, mentre le lampade orientabili inserite nei parafanghi seguono i movimenti dell’auto. Come ogni Subaru, chiunque è in grado di controllare senza problemi questo bolide, nonostante le sue prestazioni estremamente elevate.

Chevrolet presenta la Chaparral 2X Vision Gran Turismo

 

Concepita come prototipo sperimentale Le Mans “Garage 56″, la Chevrolet Chaparral 2X Vision Gran Turismo è uno sguardo sul futuro dell’automobilismo, ispirata dalla combinazione delle sensazioni che si provano volando con una tuta alare e sfrecciando su un bolide in Moto GP… Il pilota della 2X vola sul circuito, a testa in avanti, a pochi centimetri dalla superficie del tracciato. Il propulsore Chevrolet della 2X è diverso da qualsiasi altro motore usato fino a oggi in pista: si proietta lungo il tracciato grazie a delle onde d’urto laser, generate da un avanzatissimo sistema sviluppato da Chevrolet.

La posizione di guida consente di vivere una delle esperienze più coinvolgenti ed emozionanti possibili su quattro ruote. La struttura e lo schema del veicolo sono sagomati attorno alla posizione di guida a “volo in avanti”, andando a integrare completamente il pilota al loro interno. Una volta che quest’ultimo è salito a bordo, con il tettuccio chiuso, la 2X va a formare un guscio perfetto tutto intorno. I comandi azionati dalle mani e dai piedi agiscono in modo indipendente e si basano sull’utilizzo di cuscinetti a sfera magnetici, privi di attrito. Accelerazione, decelerazione e cambi di direzione si controllano tramite il movimento e i comandi fisici del pilota della 2X, mediante l’utilizzo di quattro punti di controllo distinti. La frenata è gestita da una combinazione di calibri rigeneranti Brembo magnetici e di pannelli frenanti aerodinamici AeroBrake, inseriti nella carrozzeria della 2X.

La scocca integrale è creata utilizzando uno “schema di posizionamento” particolare, che consente all’intera struttura di agire all’unisono insieme alle sospensioni della 2X. La carrozzeria principale incorpora anche la struttura di propulsione, in modo da assicurare la massima precisione del vettore di spinta del cono degli impulsi laser. Il posizionamento variabile di questo cono consente di creare propulsione e deportanza, utilizzando contemporaneamente questa capacità di variazione e un pannello inferiore per l’indirizzamento della spinta. Grazie all’unione di queste due tecnologie, il pilota della Chaparral 2X può regolare alla perfezione la deportanza in ogni tratto del circuito, “premendo” la superficie di contatto delle gomme sul tracciato e incrementando la trazione meccanica quando se ne presenta la necessità.

La Chevrolet Chaparral 2X Vision Gran Turismo. L’eredità di Jim Hall nel campo dell’innovazione motoristica, concretizzata in un bolide ardito. Un’auto che rivoluzionerà il futuro dei prototipi sperimentali Le Mans. Preparati: non hai mai visto nulla di simile.

INFINITI CONCEPT Vision Gran Turismo

 

Infiniti è un marchio di qualità, apparso sul mercato nel 1989. Ha saputo farsi un nome grazie a modelli come l’originale berlina INFINITI G, G Coupe e FX, mentre ancora oggi vetture quali le INFINITI Q50, Q60 e QX70 rappresentano l’integrazione senza compromessi di ingegneria d’avanguardia e design. Oltre a questi prodotti bisogna ricordare che la casa è attiva anche nella massima espressione dell’ingegneria automobilistica, la Formula 1!

La INFINITI CONCEPT Vision Gran Turismo è un progetto partito da un’ambizioso contest internazionale il cui obiettivo era “realizzare una INFINITI GT di purezza assoluta”. A vincere è stata la proposta nata dall’ispirazione del team INFINITI Design di Beijing. In parte bella, in parte bestia: la sua forma è potente, sensuale e ambiziosa. Il frutto dell’unione fra una macchina da corsa e il sogno dei progettisti cinesi di creare per INFINITI un linguaggio da competizione in grado di sedurre.

Caratterizzato da arte e scienza insieme, lo sviluppo della INFINITI CONCEPT Vision Gran Turismo ha avuto inizio con uno schizzo tracciato a mano, perfezionato quindi in digitale, ulteriormente raffinato con un modello scolpito e quindi riportato in forma digitale per gli ultimi ritocchi. Uno dei progettisti ha affermato che il suo obiettivo era catturare l’affermarsi della nuova generazione, simbolo della romantica e straordinaria creatività asiatica, capace di superarsi costantemente stabilendo sempre nuovi limiti. Questo desiderio di andare oltre arriva al sogno di portare questa GT a gareggiare in pista in un non lontano futuro.

Questo progetto è ben presto andato oltre l’essere un semplice studio di stile, arrivando ad approfondite analisi dell’aerodinamica e delle prestazioni del motore. L’auto utilizza un propulsore anteriore/centrale e trazione transaxle, combinando un 4,5 L V8 N/A e 1 motore elettrico. Alle basse velocità, il motore elettrico garantisce una coppia molto elevata, degna di una belva feroce, mentre quando la velocità sale il V8 N/A eroga una potenza straordinaria, con un rombo da favola, capace di far credere che non esistano limiti. Lo schema gestisce al meglio il bilanciamento della massa, 45:55 anteriore/posteriore, garantendo un grande piacere di guida, con derapate di potenza. Molti giovani ingegneri estremamente abili al volante hanno compiuto infiniti giri di prova virtuali per ottimizzare le caratteristiche dinamiche. Per quanto riguarda l’aerodinamica, il controllo del flusso sotto la vettura, i diffusori anteriori e posteriori e uno spoiler posteriore davvero unico consentono a questo bolide di offrire prestazioni elevate senza rinunciare al proprio design.

 

Rilasciata la Mazda LM55 Vision Gran Turismo

 

Il progetto Vision Gran Turismo consente alle migliori case automobilistiche del mondo di creare concept car da sogno per gli appassionati. La Mazda LM55 Vision Gran Turismo è un’auto che spinge al limite il confine fra tecnologia e design: non è una Mazda tradizionale, ma una visione del futuro realizzata senza venir meno al rispetto per il passato. È il prodotto ottenuto pensando alla vittoria nella gara di endurance più massacrante del mondo, la famosa 24 Ore di Le Mans.

Per il design della Mazda LM55 Vision Gran Turismo, il team di Mazda Design ha coniugato l’agilità con l’eleganza. La sagoma dinamica è stata tracciata con forme sensuali, ispirate alla filosofia di progettazione Kodo di Mazda. Anche la forma della griglia anteriore è un’interpretazione del caratteristico frontale Mazda, utilizzato su tutte le vetture di serie della casa. L’aspetto della Mazda LM55 Vision Gran Turismo richiama quello della famosa 787 B che ha conquistato la vittoria generale nella 24 Ore di Le Mans del 1991: potente e aggraziato.

La Mazda LM55 Vision Gran Turismo muove appena l’ago della bilancia, grazie ai suoi leggeri componenti in fibra di carbonio, quali un telaio monoscocca dipinto con uno spettacolare bianco atmosferico. Unendo questi elementi a una tecnologia di trazione che offre il massimo in termini di potenza, efficienza e resistenza, si ottiene un rapporto peso/potenza eccezionale, capace di superare quello di molte vetture della sua classe.

La Mazda LM55 Vision Gran Turismo è la visione del futuro Mazda, un domani che nasce dall’indomito spirito della casa, sempre pronta a nuove sfide.

Fonte Gran Turismo

Presentata la Alpine Vision Gran Turismo

 

Lo storico marchio Alpine, giunto al suo 60° anno di attività, ha davanti a sé un brillante futuro nel mondo reale. Per l’occasione, la casa francese ha deciso di fare una sorpresa a tutti i fan di Gran Turismo, che a breve potranno mettere le mani sulla Alpine Vision Gran Turismo, l’ultimo prototipo virtuale ad approdare sugli schermi del titolo targato Polyphony Digital.

Come spiega Bernard Ollivier, presidente della Société des Automobiles Alpine, l’auto non sarà presentata sono nel mondo virtuale: “il risultato finale è talmente incredibile che non abbiamo resistito alla tentazione di produrne un modello in scala 1:1!”. La vettura verrà mostrata in occasione del Festival Automobile International di Parigi, che pone l’accento sull’estetica delle automobili.

Nel 2013, il creatore di Gran Turismo Kazunori Yamauchi e il suo team di Polyphony Digital Inc. hanno visitato gli studi Alpine per discutere del progetto. Quella è stata anche l’occasione in cui il marchio Alpine ha annunciato il proprio ritorno sulle scene con la sua prima vettura di produzione, che verrà presentata al pubblico nel 2016. Il progetto ha permesso inoltre di esplorare nuovi orizzonti e idee, senza dover tenere conto di certi limiti relativi alla produzione.

C’è stata una gara interna che ha visto coinvolti circa 15 progetti. Alla fine a spuntarla è stato Victor Sfiazo, con un progetto basato su un modello di vettura leggera, agile, in stile barchetta, che riprendesse le linee della A450 Le Mans.

“Si tratta di una vera e propria vettura sportiva che combina la passione per le automobili con il divertimento alla guida”, spiega Sfiazo. “Ci sono numerosi riferimenti al passato, al presente e al futuro. L’idea di una barchetta rimanda alla partecipazione della Alpine A450 alla 24 Ore di Le Mans. L’anteriore della vettura prende spunto dalla A110, mentre le alette verticali sul posteriore ricordano la A210 e la A220 e contribuiscono a dare all’auto uno stile inconfondibile. Da appassionato di aeronautica, volevo anche inserire degli elementi presi dal mondo dell’aviazione. In questo senso, credo che gli aerofreni aggiungano un bel tocco high-tech al posteriore”.

“I progettisti e gli ingegneri coinvolti in questo progetto hanno avuto il compito di creare una vettura capace di esprimere lo spirito del nostro marchio”, aggiunge Bernard Ollivier. “Sin dal primo sguardo, nello stile dell’auto si coglie l’impronta Alpine. Anche le prestazioni non deluderanno gli appassionati. Il progetto Vision Gran Turismo è stato visto come lo scenario ideale per la prima rappresentazione “reale” di un’auto dopo l’annuncio del ritorno di Alpine sulla scena”.

SPECIFICHE TECNICHE

TELAIO
Tipo: monoscocca in carbonio
Sospensioni: sospensioni a doppio triangolo push rod con molle e ammortizzatori regolabili

MOTORE
Posizione: centrale-posteriore
Tipo: V8
Capacità cubica: 4.494 cc
Potenza massima: 450 hp a 6.500 giri/minuto
Coppia massima: 580 Nm a 2.000 giri/minuto
Velocità massima motore: 7.500 giri/minuto
Velocità massima: 320 km/h

CAMBIO
Cambio sequenziale a sette rapporti
Trazione posteriore

FRENI
Anteriori: dischi ventilati da 390 mm x 32 mm con pinze a sei pistoni
Posteriori: dischi ventilati da 355 mm x 32 mm con pinze a quattro pistoni

PESO E CAPACITÀ
Peso: 900 kg
Distribuzione del peso: 47/53
Capacità serbatoio: 75 litri

Presentata la LEXUS LF-LC GT “Vision Gran Turismo”

Il 30 gennaio, Lexus ha presentato la LEXUS LF-LC GT “Vision Gran Turismo”. Quest’auto sarà distribuita tramite un aggiornamento gratuito per Gran Turismo®6, in esclusiva sul sistema PlayStation®3, durante la primavera 2015.


Nella memorabile stagione 2014, Lexus ha fatto gareggiare la nuova RC F GT500 nella classe GT500 della Super GT, combattendo per il titolo fino all’ultima gara. Nell’ambito delle attività previste per la stagione agonistica 2015, Lexus intende partecipare con la RC F GT3 nella categoria GT3, nota per essere riservata a piloti con una certa esperienza e allo stesso tempo un definitivo banco di prova per le case produttrici.

Parte integrante di queste nuove attività previste da Lexus è lo sviluppo della LEXUS LF-LC GT “Vision Gran Turismo”, una risposta ai fan che hanno sempre desiderato?”competere a livello mondiale con l’auto dei sogni”. La vettura è stata pensata specificamente per gareggiare ai massimi livelli nella Super GT e alla 24 Ore del Nürburgring.

La Luxury coupé concept LF-LC, alla base di questo modello Vision Gran Turismo, era un prototipo annunciato da Lexus al Motor Show di Detroit nel 2012. Molti dettagli di questo veicolo progettato da CALTY DESIGN sono fatti per emozionare, a partire dalla forma dei fanali posteriori ispirata a quella dei postbruciatori degli aerei a reazione.

Partendo dalla LF-LC, la reinterpretazione in chiave futuristica del design Lexus operata da CALTY DESIGN si è fusa alla perfezione con un approccio più realistico e sportivo. Il risultato è la LEXUS LF-LC GT “Vision Gran Turismo”, una GT splendidamente realizzata e dalle grandi prestazioni.

Essendo uno sport fondato sulla pura passione, l’automobilismo esercita un’incredibile attrazione. La candida carrozzeria della LEXUS LF-LC GT “Vision Gran Turismo” evoca i potenti rombi dei motori, l’adrenalina della gara e i momenti di eccitazione di cui gli appassionati non possono fare a meno.

La LEXUS LF-LC GT “Vision Gran Turismo”, nata dalla passione per le gare automobilistiche, è un sogno che diventa realtà per i fan di Gran Turismo.

Ecco la MINI Clubman Vision Gran Turismo

La “MINI Clubman Vision Gran Turismo” è disponibile dal 26/02/2015 per “Gran Turismo 6″, in esclusiva su PlayStation®3. Si tratta di una Clubman da competizione, in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 3,5 secondi e con una velocità massima di 290 km/h.

Informazioni sulla MINI Clubman Vision Gran Turismo

Ispirata dai leggendari successi sportivi ottenuti dalla casa, la squadra di progettazione MINI ha creato la MINI Clubman Vision Gran Turismo: l’essenza di una MINI pensata per gareggiare. Il motore da 395 PS (395 CV) accelera gli appena 1.050 kg della MINI Clubman Vision Gran Turismo da 0 a 100 km/h in soli 3,5 secondi. La trazione 4WD permanente e la trasmissione sequenziale a 6 marce, con cambio da gara, garantiscono una trasmissione della potenza sempre ottimale. Gli ammortizzatori, McPherson anteriori e HA3 posteriori, sono completamente regolabili e assicurano un’aderenza perfetta in ogni condizione. Questa Clubman può raggiungere una velocità massima pari a 290 km/h, a seconda dei rapporti impostati per il cambio (variabili a seconda del tracciato).


La sagoma inconfondibile della MINI Clubman Vision Gran Turismo rimane sempre bassa sulla strada, con le ruote posizionate all’esterno del corpo vettura, per rendere possibile una guidabilità da go-kart. Dei diffusori in carbonio regolabili, anteriori e posteriori, regolano il flusso dell’aria per raffreddare motore e freni, insieme a delle grandi aperture situate dietro i passaruota. Lo spoiler posteriore, diviso, e il sottoscocca interamente rivestito, migliorano ulteriormente l’aerodinamica.

Questa MINI utilizza caratteristiche di progettazione quali la griglia frontale esagonale piana, i fari ellittici con elementi adesivi da competizione e delle strisce di stampo rallistico sul cofano e sul tetto, a dimostrare la chiara ispirazione corsaiola della MINI Clubman Vision Gran Turismo. Un sistema di apertura rapido del cofano e del serbatoio, come pure il piccolo finestrino a scorrimento laterale, sono i tocchi finali per conferire alla MINI Clubman Vision Gran Turismo il suo aspetto classico.

Volkswagen GTI Supersport Vision Gran Turismo

Volkswagen arricchisce la sua linea GTI per “Gran Turismo 6″. Dopo la “GTI Roadster Vision Gran Turismo”, progettata appositamente per PlayStation® nel 2014, i creatori della GTI 2015 sono pronti a far scendere sui tracciati di gara virtuali la nuova “GTI Supersport Vision Gran Turismo”. La roadster scoperta viene così affiancata da una supercar con tettuccio rigido.

Volkswagen ha sviluppato una nuova sportiva per il mondo digitale, dando vita alla “GTI Supersport Vision Gran Turismo” biposto. Progettisti e ingegneri sono partiti dal leggendario DNA GTI come base per la sagoma e la tecnica della vettura: da lì hanno reinterpretato lo stile di questa famosa sportiva compatta, sviluppandolo ulteriormente con un motore VR6 TSI da 503 HP (510 CV). Una trasmissione a doppia frizione e 7 rapporti trasferisce a terra la potenza, grazie alla trazione integrale 4MOTION, generando fino a 665 Nm di coppia. La manovrabilità, inoltre, è stata ottimizzata per affrontare al meglio i tracciati di “Gran Turismo”.

Nonostante la nuova interpretazione del concept GTI, il classico design Golf è riconoscibile all’istante. Da un punto di vista concettuale, l’intera idea della GTI virtuale è fedele alle leggi fisiche che si incontrano in pista: ottimizzando al meglio proporzioni e superfici della carrozzeria, i progettisti sono riusciti a ricavare prestazioni da urlo. Centro di gravità ribassato, frontale aerodinamicamente perfetto e deportanza elevata sono una combinazione esplosiva. L’utilizzo mirato della fibra di carbonio nella carrozzeria e in numerosi altri dettagli, inoltre, permette di ridurre il peso.

La “Supersport” è stata ottimizzata aerodinamicamente, grazie all’aggiunta di numerose peculiarità. Il frontale, per esempio, è stato particolarmente curato, con i progettisti che hanno posizionato le luci, verticali, in posizione esterna: esse sono collegate fra loro da uno spoiler, per sottolineare la larghezza della GTI e renderla visivamente più imponente. Il flusso dell’aria sulla carrozzeria è migliorato da una grande presa in ingresso, che migliora le prestazioni aerodinamiche frontali. L’aria passa oltre le ruote anteriori e viene praticamente risucchiata dai passaruota, per raffreddare i dischi dei freni. La classica struttura a nido d’ape GTI circonda tutte le prese d’aria e gli scarichi.


Anche nella sezione posteriore aerodinamica e raffreddamento sono ottimali: dietro lo spettacolare spoiler sul tettuccio si trova un alettone, che genera la deportanza necessaria sull’asse posteriore. Per quanto riguarda il design, la struttura in fibra di carbonio che sorregge l’alettone si estende dal montante posteriore. Una struttura aerodinamica sul tetto assicura un flusso d’aria perfetto sull’alettone. Inoltre, l’aria scorre nei passaruote posteriori, per dissipare al meglio l’energia termica generata in fase di frenata. Nel retro della vettura la struttura è poderosa e ribassata e cattura subito lo sguardo: con una caratteristica di questo tipo di supercar GTI, il design prosegue oltre il montante posteriore, andando a unirsi al passaruota nella parte inferiore. Il diffusore esterno è a sua volta impressionante. Le luci posteriori, piatte, sono state adattate alle proporzioni dinamiche del retro della vettura.

Come la versione “Roadster”, anche la “Supersport” è dotata di ruote in lega GTI da 20 pollici. I cerchioni GTI sono stati ulteriormente migliorati e ora sono arricchiti al loro centro da una stella a cinque punte, con finiture in fibra di carbonio. Fra le ruote si trovano le due classiche strisce GTI, che rappresentano anche un omaggio alla Golf GTI I. Lo stesso discorso vale per la famosa pellicola nera posizionata sui bordi dei finestrini posteriori, con finiture in fibra di carbonio a vista per la “Supersport”. L’auto dispone anche di scomparto portacasco e di serbatoio da gara. La “GTI Supersport Vision Gran Turismo” si può configurare in quattro colori diversi: “Reflex Silver”, “Gran Turismo Red”, “Lapiz Blue” e “Oryx White”.

Sui tracciati del mondo di GT6, l’aspetto carismatico della nuova “GTI Supersport Vision Gran Turismo” saprà sicuramente innervosire tutti coloro che la vedranno comparire nel loro specchietto retrovisore digitale.

PEUGEOT Vision Gran Turismo

La PEUGEOT Vision Gran Turismo è da oggi disponibile per “Gran Turismo 6″, in esclusiva per PlayStation®3. L’auto presenta un’aerodinamica capace di incollarla alla strada senza ricorrere all’uso di alettoni. Questo bolide, nato dai prototipi della casa, garantisce puro piacere di guida.

Quando i progettisti PEUGEOT e gli ingegneri PEUGEOT SPORT hanno unito i loro sforzi per creare una supercar eccezionale, hanno dato vita alla PEUGEOT Vision Gran Turismo.

Quest’auto da corsa, progettata appositamente per la Anniversary Edition di Gran Turismo 6, riunisce molti elementi di un’auto da endurance a elevata efficienza. Radicale nelle soluzioni stilistiche, la PEUGEOT Vision Gran Turismo si caratterizza per la quasi totale assenza di elementi aerodinamici e per la sua figura monolitica. La sua conformazione consente di generare la deportanza necessaria direttamente grazie al corpo vettura, alto appena 1,04 metri.

La PEUGEOT Vision Gran Turismo è un bolide incentrato sul guidatore. Alle sue spalle, in posizione centrale, si trova il motore V6 turbo da 3,2 litri, capace di erogare 875 ch (887 CV) alle quattro ruote, da 22 pollici sull’anteriore e 23 pollici sul posteriore, con trazione integrale permanente. La trasmissione è meccanica, a 6 rapporti.

Grazie alla leggerezza della vettura, che pesa solo 875 kg, e alla distribuzione ideale della massa (48% sull’avantreno e 52% sul retrotreno), lo sterzo diretto rende questa vettura la scelta perfetta per affrontare le sfide di Gran Turismo. L’accelerazione è eccezionale, grazie al rapporto peso/potenza di 1 kg/ch (1 kg/CV), e la frenata non è da meno, con la potenza di 4 dischi in carbonio ventilati da 380 mm (15 pollici) sull’anteriore e 337 mm (13 pollici) sul posteriore…

10308 Total Views 2 Views Today

Leave a Reply